SEED IT
SEED IT
CAPPELLA SISTINA
La Cappella Sistina è una chiesa ad una navata che si trova all’interno della Città del Vaticano.



Di forma rettangolare, le sue misure sono circa 41 metri di lunghezza, 13 di larghezza e 20 di altezza. Secondo alcuni studiosi le dimensioni ricalcano quelle dell’antico Tempio di Salomone a Gerusalemme.



Nasce dal restauro della Cappella Magna e deve il nome a Sisto IV, il pontefice che intorno al 1475 avvia i lavori.



La decorazione è affidata a grandi artisti come il Perugino, il Ghirlandaio e Sandro Botticelli. Gli affreschi delle pareti hanno tre temi principali: la vita di Mosè, la vita di Cristo e i ritratti dei pontefici del passato. La volta riproduce un cielo stellato.



Nel 1508, Papa Giulio II decide di arricchire le decorazioni della volta. Affida l’incarico al pittore e scultore toscano Michelangelo Buonarroti.



Nell’arco di 4 anni Michelangelo realizza un affresco maestoso. La parte centrale della volta racchiude passaggi della Genesi: la creazione di Adamo, il diluvio universale, la missione di Noè. A fare da cornice a questa narrazione, Michelangelo dipinge immagini di Sibille e Profeti. La plasticità di queste figure e il loro isolamento creano una sensazione di profonda spiritualità.



A vent’anni di distanza, Michelangelo è chiamato per un nuovo lavoro nella Cappella Sistina. Gli viene commissionata la realizzazione della grande parete alle spalle dell’altare: l’opera deve rappresentare il momento travagliato che la Chiesa sta attraversando. È infatti il periodo di poco successivo alla riforma del monaco tedesco Martin Lutero: solo pochi anni prima si è verificato il cosiddetto Sacco di Roma, l’invasione della città ad opera di mercenari tedeschi protestanti.



Michelangelo copre le decorazioni esistenti e realizza un secondo affresco. È il Giudizio Universale, largo circa 14 metri e alto 12. Michelangelo pone come sfondo un cielo privo di riferimenti prospettici e lo riempie di figure umane strette in piccoli gruppi. L’eccezionale dinamismo delle immagini riesce a riprodurre il sentimento di forte angoscia dell’umanità di fronte al tribunale divino.



Le nudità presenti nel Giudizio Universale provocano grandi critiche e nel corso degli anni diversi pittori sono chiamati a coprirle. Questo incidente di percorso non incide sulla fortuna delle opere. Nei suoi affreschi, Michelangelo unisce un sincero sentimento di fede cristiana ad una grande attenzione all’uomo e alla sua condizione, rendendo la Cappella Sistina un simbolo del Rinascimento. Ancora oggi la cappella è la sede del conclave, l’assemblea di cardinali che elegge il nuovo Papa.



La Cappella Sistina si trova all’interno dei Musei Vaticani, nella Città del Vaticano.

Come in OVO
Privacy
Entra in Ovo
OPPURE
SIGN UP
  •   Forgot your password?
Reset your password